CartaCarbone “pesca” volontari. Abbocca anche tu!

    Anche Treviso ha il suo festival letterario per il quale poter fare volontariato: non servirà più emigrare altrove.

    È un’opportunità per molti giovani studenti, offerta da CartaCarbone festival letterario, da giovedì 15 a domenica 18 ottobre: quattro giorni di festival che porteranno nel capoluogo della Marca Trevigiana scrittori di fama internazionale. Alcuni istituti scolastici della provincia incentiveranno la partecipazione dei loro studenti assegnando crediti scolastici e giustificando le assenze degli studenti che saranno impegnati a svolgere servizio nei giorni del Festival.

    Possono diventare volontari uomini e donne di ogni età (purché maggiorenni), a prescindere dalla propria formazione, che hanno il desiderio di mettersi al servizio di un progetto culturale importante per la città di Treviso, e anche di divertirsi insieme a una squadra di persone motivate ed entusiaste, conoscere gli autori e gli ospiti da vicino, vivere da protagonisti una manifestazione che quest’anno raddoppia l’offerta di eventi.

    Da qualche giorno è partita la campagna “Peschiamo Volontari”. E sono già arrivate una quarantina di adesioni.

    «I volontari sono preziosi, anima e corpo di CartaCarbone festival letterario, e la sua riuscita la si deve anche a loro – afferma Bruna Graziani, direttrice artistica della manifestazione e presidente dell’ass. culturale Nina Vola che organizza l’evento -. Essere volontario è un’occasione unica per chi ama i libri e la cultura: come volontario si ha la possibilità di partecipare a tutti eventi, respirare dall’interno il frizzante clima del festival, fare squadra con lo staff, godere di momenti conviviali ed esclusivi con gli autori e tutti gli ospiti di CartaCarbone».

    I volontari verranno impiegati sia nelle attività di preparazione del Festival sia nei quattro giorni di eventi in città sia nel post Festival.

    Tante le attività per cui si può dare la disponibilità a collaborare: dal volantinaggio agli allestimenti, dalla preparazione dei materiali all’accoglienza degli autori e dei giornalisti, dalla presenza al punto informativo all’assistenza agli incontri letterari, ai laboratori e agli spettacoli, dall’assistenza alla vendita dei libri all’attività di social media marketing, dal servizio auto ai disallestimenti e pulizie finali.

    A realizzare l’edizione 2014  avevano dato una mano una sessantina di volontari. Quest’anno, che il Festival raddoppia per numeri di eventi, ci sarà spazio per un centinaio di persone. A quota 120, le iscrizioni verranno chiuse.

    Diventare volontario è facile: basta compilare la form sul nostro sito e si verrà ricontattati.

    Condividi l'articolo