Alessandro Cinquegrani

Alessandro Cinquegrani

Alessandro Cinquegrani

    Alessandro Cinquegrani  (Treviso, 1974) si è laureato in lettere all’Università Ca’ Foscari Venezia nel 2001 e ha conseguito il dottorato di ricerca in Italianistica nel 2004.
    Dal 2010 è ricercatore nel SSD L-Fil-Let/14 Critica letteraria e Letterature comparate. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti nazionali e internazionali: 2001, Premio Gesualdo Bufalino per tesi di laurea; 2006, Premio Promozione Ricerca 2005 del CNR per il volume inedito Solitudine di Umberto Saba. Da “Ernesto” al “Canzoniere”; 2009, Menzione Speciale al Premio Internazionale Efebo d’oro di Agrigento per il miglior libro di argomento cinematografico per Letteratura e cinema edito dalla Scuola Editrice. Dal 2011 dirige con Valentina Re la collana editoriale Innesti/Crossroads delle Edizioni Ca’ Foscari. Fa parte inoltre del comitato scientifico della collana editoriale Opera aperta e del comitato di redazione della rivista Ermeneutica letteraria dalla loro fondazione ad oggi. Ha tenuto lezioni al dottorato dell’Università Paris IV Sorbonne.
    È autore di un manuale per i licei in 6 volumi Vivo, scrivo (La Scuola, 2013).
    Dal 2000 affianca all’attività accademica quella di critico cinematografico e letterario per riviste specializzate quali “Duel”, “Itinerari mediali”, “Filmcronache”, “Segno”, “L’Indice dei libri del mese”, “FuoriAsse”, “Scenari”.
    Nell’a.a. 2014/15 ha progettato e gestito col prof. Carlo Bagnoli il laboratorio “Istorie. Racconti d’impresa”, finanziato da FriulAdria, che ha portato collaborazioni con le aziende Unox, Inglesina, Unox, Loison. È inoltre autore di un romanzo Cacciatori di frodo (Miraggi, 2012), finalista al Premio Calvino e candidato al Premio Strega. Il sacrificio di Bess. Sei immagini su nazismo e contemporaneità (Mimesis, 2018) è la sua ultima opera letteraria.

    Condividi l'articolo