Silvia Salvagnini

Silvia Salvagnini

Silvia Salvagnini

    Silvia Salvagnini è nata a Venezia nel 1982. Ha esordito nel 2004 con le poesie di Silenzio cileno (Auteditori), seguite da I baci ai muri (Mimisol, 2006), sempre accompagnando testi e illustrazioni. Nel 2009, con l’opera laelefantevolante, ha vinto la quinta edizione del premio per la poesia contemporanea Antonio Delfini, a cura di Nanni Balestrini.
    Ha pubblicato gli albi illustrati L’orlo del vestito (Sartoria Utopia 2016) e Il giardiniere gentile (VerbaVolant 2016). Nel 2015 è stata tra i poeti ospiti alla Sorbona, a Parigi, per il convegno “Génération 80”, come una delle voci più originali della sua generazione.
    È pianista, realizza concerti in cui parole, immagini e musica elettronica e acustica si mescolano per dare forma a una poesia viva. Con Nico De Giosa (musiche) e Alessandra Trevisan (voce) ha creato un progetto di poesia performativa. Contemporaneamente all’uscita del volume Il seme dell’abbraccio – poesie per una rinascita (Bompiani 2018), esce per Milk Music un disco omonimo in vendita negli store online.