Simon Levis Sullam

Simon Levis Sullam

Simon Levis Sullam

    È professore associato in Storia contemporanea. Ha studiato a Venezia, UCLA e l’EHESS di Parigi, conseguendo la laurea e il dottorato in storia a Ca’ Foscari. E’ stato borsista della Fondazione Einaudi di Torino (2000); Research Associate Fellow all’Italian Academy della Columbia University di New York (2005-6); Andrew W. Mellon Postdoctoral Fellow e Visiting Lecturer all’Università della California, Berkeley (2006-8); Max Weber Postdoctoral Fellow all’Istituto Universitario Europeo di Fiesole (2008-9); Leverhulme Research Fellow all’Università di Oxford (2009-10), dove ha anche insegnato storia europea. È stato professore a contratto a Ca’ Foscari e a Siena (Master in Human Rights and Genocide Studies). Tra il 2011 e il 2015 è stato ricercatore a tempo determinato in Storia contemporanea a Ca’ Foscari, nell’ambito del Programma Giovani Ricercatori Rita Levi Montalcini (“rientro dei cervelli”) finanziato dal MIUR. Nel 2016-17 è stato Polonsky Fellow quale co-coordinatore dell’Advanced Seminar in Jewish Studies al Centre for Hebrew and Jewish Studies dell’Università di Oxford. Si occupa di storia d’Italia tra Ottocento e Novecento con particolare attenzione per la storia politica, della cultura, degli intellettuali e delle idee; di storia degli ebrei; di storia dell’antisemitismo e dell’Olocausto. Tra i suoi interessi la storia della storiografia e i problemi di metodo storico. Le sue principali pubblicazioni sono: Una comunità immaginata. Gli ebrei a Venezia, 1900-1938 (Unicopli 2001); L’archivio antiebraico. Il linguaggio dell’antisemitismo moderno (Laterza 2008); L’apostolo a brandelliL’eredità di Mazzini tra Risorgimento e fascismo (Laterza 2010); I carnefici italiani. Scene dal genocidio degli ebrei (1943-1945) (Feltrinelli 2015).

     

    Condividi l'articolo