Spegniamo la rete, leggiamo e scriviamo a… costo zero! CartaCarbone aderisce a “M’illumino di meno”

    Ci siamo. Ci siamo anche noi! Abbiamo deciso di aderire alla campagna “M’illumino di meno”, promossa per il quattordicesimo anno da “Caterpillar”, la trasmissione di Rai Radio 2, per sensibilizzare il risparmio energetico. Il tema di quest’anno è il camminare: tanti passi che, messi tutti in fila, possono portarci fino alla luna. Noi fino alla luna ci arriviamo un po’ leggendo e un po’ scrivendo. Senza computer, senza tablet, senza smartphone. Per qualche ora. A lume di candela, gustandoci il profumo delle pagine, accarezzando un foglio di carta. Parafrasando (e un po’ giocando, come ha fatto il nostro Alberto Trentin) l’Orlando furioso.



    L’ORLANDO CURIOSO C’ILLUMINA DI MENO

    Due scarpe nuove più che fiamma rosse
    il valoroso Elettricista giunse;
    e pria che Astolfo preparato fosse,
    lo prese in spalla e verso il ciel lo punse.
    Come maghi in aria si levan lesti
    trapassan tosto le soglie celesti
    per varcar alfine la più opportuna
    ed indi andar al regno de la luna.

    Quivi ebbe Astolfo doppia meraviglia:
    un pulsante verde ch’era sì grande,
    il quale a bel cocomero assomiglia
    come un che noi gustiamo in queste lande:
    “forza convien far con ambo le mani,
    s’indi la terra e ’l mar così lontani,
    spegner vuoi”; gli disse savio il suo duce
    tal che’l mondo rimane senza luce.

    Altri lazzi, altri svaghi, altre magagne
    son laggiù tra case poco lucenti;
    tra i campi, tra le valli e le montagne,
    nelle cittadi ancora, nuovi intenti
    sopiscono le lamentele intense
    inverso ‘l paladin che tutto spense
    e ogni solinga stanza ora rivela
    chi legge libri a lume di candela.

    [Libero fraintendimento da L’Orlando furioso, canto XXXIV)

    Sara Salin | cartacarbonefestival